Salta al contenuto principale
loading

Capolavori a tavola

di R. P.

Si è conclusa, con immensa soddisfazione dei partecipanti e dell’organizzazione, una tre giorni particolarmente rilevante per la cultura gastronomica del nostro Paese, dentro e fuori i suoi confini, in cui hanno preso vita pasta e pizza show, convegni, dibattiti ed un grande mercato dei sapori che ha portato in Casentino alcune tra le migliori produzioni gastronomiche italiane. Grazie alla partnership tra il Forum sulla Cucina Italiana nel Mondo, alla sua VI edizione, e Capolavori a Tavola, alla sua XVI edizione, si sono accesi i riflettori tra Stia, Poppi, Rassina e Bibbiena, in provincia di Arezzo, con un appuntamento pensato sia per appassionati, sia, soprattutto, per operatori di settore provenienti da tutto il mondo - tra cui grandi chef e pizzaioli - che hanno dato il via ad un proficuo scambio di idee, opinioni e riflessioni riguardanti la cucina italiana nel mondo, con il suo presente ed il suo futuro. Nella giornata clou, quella conclusiva, due gli eventi di fondamentale rilevanza per questa manifestazione dal respiro internazionale: l’assemblea dedicata al progetto, voluto ed ideato dalla nascente Associazione Italian Cuisine in the Word, con sede in Casentino, che diventerà in futuro una Fondazione, per il riconoscimento della cucina Italia fuori dall’Italia come patrimonio immateriale dell’Unesco, e Capolavori a Tavola, manifestazione gastronomica di beneficenza creata da Simone Fracassi. Al convegno svoltosi alle Terme di Stia “La Cucina Italiana patrimonio immateriale dell’Umanità”, in cui hanno preso parte oltre ad autorità locali, al presidente dell’associazione Rosario Scarpato ed il vice presidente dell’associazione Simone Fracassi, anche esperti dell’Unesco e rappresentanti della ristorazione...

...

L'articolo completo è a tua disposizione nell'Archivio PDF online di Taste Vin.

Vai all'Archivio
P