Salta al contenuto principale
loading

La cultura del vino deve entrare nelle scuole di ogni ordine e grado

di Nino D’Antonio

Credo sia tempo che il vino trovi diritto di cittadinanza nelle nostre scuole. Sia primarie che superiori. Ma non come degustazione – s’intende – bensì quale fenomeno di straordinaria cultura, testimonianza di millenni di storia, di fatica e di ricerca dell’uomo. Aggiungo che è una lontana aspirazione di molti, ma che sarebbe rimasta tale, senza l’autorevole iniziativa del senatore Dario Stefàno, Presidente della Commissione Immunità Parlamentare, ma soprattutto personalità da sempre legata al mondo del vino e alle sue crescenti conquiste.

...

Abbonati per proseguire la lettura di questo articolo e per accedere a tutti i contenuti a te riservati.

Abbonati!

Sei già abbonato?
Effettua l'accesso

P