Salta al contenuto principale
loading

Fra le mura del Castello di Spessa

di Nino D’Antonio

La vastità del feudo – perché tale mi è parso il Castello con le sue appendici e il parco – l’architettura degli ambienti, i segni di un passato carico di richiami, finiscono per mescolare alla suggestione del topos un bel po’ di soggezione. Pensare che qui oltre mille anni fa c’è stata l’orda dei magiari, e poi la ricostruzione ad opera dei patriarchi di Aquileia, e ancora i frequenti passaggi del maniero da una famiglia all’altra, fino a quei Della Torre di Valsassina, che terranno la proprietà per più di tre secoli, finisce per coinvolgere anche il visitatore meno sensibile alle vicende della storia.

...

L'articolo completo è a tua disposizione nell'Archivio PDF online di Taste Vin.

Vai all'Archivio
P