Salta al contenuto principale
loading

Col Vetoraz celebra i 25 anni di storia

di L.C.

Trecento ospiti illustri, istituzioni del territorio, personalità di spicco dell’imprenditoria veneta, una rappresentanza delle 25 persone che nel corso del 2018 hanno ricevuto uno speciale riconoscimento dall’azienda, professionisti e giornalisti ma anche numerosi amici, oltre naturalmente allo staff aziendale al completo tra dipendenti e agenti, hanno preso parte alla serata di gala tenutasi nella sede di Col Vetoraz a Santo Stefano di Valdobbiadene.

Un evento che i tre soci Francesco Miotto (famiglia fondatrice), Loris Dall’Acqua (enologo) e Paolo De Bortoli (agronomo) hanno voluto ospitare ‘in casa’ per chiudere sul territorio le celebrazioni del venticinquesimo anniversario dalla fondazione, in un’atmosfera di grande raffinatezza ma allo stesso tempo di gioiosa convivialità.

Una mise en place scenografica, giochi di luce e buona musica sono stati il leit motiv di una serata memorabile, che si è aperta con un aperitivo servito nello spazio panoramico antistante l’azienda, situata sul punto più alto fra quelle dell’intera denominazione, affacciato a perdita d’occhio sull’anfiteatro dei vigneti, al quale é seguita una cena placé introdotta da un concerto eseguito dal noto chitarrista e compositore Massimo Scattolin.

Numerosi i momenti istituzionali che si sono succeduti tra portata e portata.

I soci hanno poi consegnato un attestato di riconoscenza ai dipendenti Laura Bisol, Gian Battista Corrent ed Emiliano Gallina, che lavorando in azienda fin dall’inizio con encomiabile dedizione e impegno, l’hanno vista crescere giorno per giorno nell’arco di venticinque anni. Un dovuto riconoscimento è andato inoltre al prof. Giorgio Palù, Professore ordinario di Microbiologia e Virologia, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Padova nonché Presidente della Società Europea ed Italiana di Virologia, da molti anni grande estimatore e brand ambassador degli spumanti Col Vetoraz. ‘Fin dagli anni in cui ero in Francia...

L'articolo completo è a tua disposizione nell'Archivio PDF online di Taste Vin.

Vai all'Archivio

...

Vuoi ricevere la rivista Taste Vin?

Scrivici